Crema pasticcera [ al caffè ] senza uova

Dopo la Torta al caffè in molte mi hanno richiesto la ricetta di una crema al caffè adatta per farcirla e da poter preparare anche col bimby.

Devo ammettere che non amo preparare la crema pasticcera e questo a causa del numero di tuorli da impiegare, per questo motivo oggi vi propongo una versione light della crema “pasticcera”: quella senza uova.

Il risultato ovviamente sarà più leggero, ma non per questo meno buono.
Io l’ho preparata al caffè per suggerire una ricetta a quante intendono farcire la Torta al caffè con una crema più leggera, adatta soprattutto a chi è intollerante alle uova.
Ma è possibile sostituire il caffè con la vanillina o con la scorza di un limone bio, per preparare la classica crema pasticcera, senza però l’utilizzo delle uova.
Potete usarla anche per farcire dolci vari o bignè o, in alternativa, potete servirla come dessert fresco al cucchiaio in coppette o bicchierini e accompagnata da cialde o biscotti.
Ingredienti:
  • 500 ml latte
  • 100 gr zucchero
  • 70 gr farina 00 (vedi N.B.)
  • 2 cucchiai di caffè solubile o 2 tazzine di caffè ristretto (o scorza di un limone bio o vanillina/mezza stecca di vaniglia)
Scaldate il latte senza portarlo a bollore.
In una ciotola mettete lo zucchero e la farina e unite il latte a filo mescolando con una frusta in modo che non si formino grumi .
A questo punto aggiungete il caffè (o la scorza del limone o la vanillina) e mescolate.
Mettete tutto sul fuoco e portate ad ebollizione sempre mescolando fino a quando la crema non raggiungerà la densità voluta.
Lasciate raffreddare e poi conservatela in frigorifero coperta da pellicola.
N.B.
Se desiderate una crema più densa (io l’ho servita al cucchiaio e la gradivo un poco più fluida) sostituite 20 gr di farina con 20 gr di maizena o amido di mais. Più maizena metterete più densa sarà la vostra crema.


Versione bimby:
Mettete tutti gli ingredienti nel boccale , impostate 90° vel.4.
Per quanto riguarda il tempo io l’ho fatta stare più di 10 minuti , avendo usato il latte scremato che allunga i tempi di cottura.

Vi consiglio di impostare la durata della crema pasticcera secondo quanto previsto nel libro base – 7 minuti – e poi aumentare il tempo fino a quando raggiungerete la densità desiderata, tenuto conto che , una volta raffreddata, si addenserà di più: tutto dipenderà dall’uso che intendete farne (per farcire dolci o per servirla al cucchiaio) e se avrete usato o meno un poco di amido di mais.La crema è stata presa ed adattata da qui

 

 Vi auguro una buona giornata
Serena

Se provate le mie ricette sarà un onore per me per cui mandatemi la foto via e-mail oppure, se pubblicate la foto su Instagram, usate l’hashtag #petitpatisserieblog o inviatemele tramite Direct (se avete un profilo privato) così le potrò vedere ed inserire nel blog alla pagina Vos Plats!

12 comments

  1. Mi piace!!
    poi senza uova… la proverò presto!
    Grazie di cuore Serena, un bacio
    Clo

    1. Ma grazie a te dolce Claudia!
      Non è la classica crema ma se si è intolleranti o semplicemente si vuole rendere golosa una farcia senza troppi sensi di colpa e senza fare aumentare troppo il colesterolo è un'ottima e valida alternativa!
      Un bacio e buona notte ♥
      Sere

  2. Ciao Serena 🙂 Questa crema mi piace moltissimo, al caffè e senza uova! Bontà ma senza troppi sensi di colpa, meglio di così!!! Bravissima, un abbraccio e buona serata 🙂 :**

    1. Grazie mille Valentina!!! Ho qualche problema di colesterolo alto e cerco sempre di diminuire o eliminare le uova 🙂
      Un abbraccio a te e buona notte ♥

  3. Ciao cara, grazie per questa ricetta, la vorrei provare! Sono indecisa se fare la crema pasticcera, o se fare sempre questa crema pasticcera, ma con l’aggiunta di panna montata per ottenere la crema diplomatica. Deciderò… 🙂 Ti chiedo: per farcire 4 piani di diametro 20 cm, di quanto dovrei aumentare le tue dosi? Grazie, ciao Laura

    1. petitpatisserieblog

      Ciao Laura! Non è facile rispondere a questa domanda perchè non so se intendi metterla anche sopra nè se aggiungi panna montata nè quanta ne metterai per ogni strato.
      Comunque almeno dovresti raddoppiare ma temo possa risultare comunque poca se non aggiungi altro.
      Fammi sapere che sono curiosa,
      Serena

  4. Ciao cara, ho deciso di fare la crema diplomatica, aggiungerò così panna montata alla crema pasticcera :-). Saranno 4 piani, 4 strati cioè di diametro 20 da farcire. insieme alla crema metterò fragole e frutti di bosco . Raddoppio le tue dosi di crema pasticcera o non è sufficiente? 🙂 Grazie, ciao Laura

    1. petitpatisserieblog

      Ciao ! 4 strati sono tanti, considera che io per farne 3 metto 500 di panna e 500 di mascarpone (nella sponge cake)quindi forse ti conviene triplicare.D’altra parte puoi sempre aggiungere un poco di panna montata in più e poi c’è pure la frutta?

  5. Ciao, ho appena fatto questa crema al caffè per farcire dei biscotti un pò particolari, nati da un mio errore.
    Ho sostituito la farina con amido di mais e di riso in parti uguali, così come faccio per la crema pasticcera classica ed il risultato è stato ottimo! Spero ora di dare con la tua crema nuova vita a questi biscotti… Grazie!! Elena

    1. Grazie Elena ne sono felice! Ora devo provare io la tua versione! Sai che pensavo a questa ricetta proprio qualche giorno fa??
      Grazie ancora e buona serata
      P.S.se ti va aspetto foto dei biscotti ?
      Serena

      1. Eccomi Serena! Ho appena pubblicato il post sul blog, se ti va vienimi a trovare mi farebbe molto piacere! Grazie ancora!! A presto, baci Elena.

        1. Arrivo!?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.